Teresa, un soldo e Dio.

Anno 2015-2016
Luogo Oratorio San Filippo

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmailby feather

doctora

Teresa, un soldo e Dio.
dalle lettere di Santa Teresa d’Avila al fratello

sabato 28 novembre alle ore 16.45
Oratorio San Filippo
“Teresa da sola vale nulla;
Teresa e un soldo valgono meno di nulla;
Teresa, un soldo e Dio possono tutto”

letture di Daniela Portunato
mottetti di T. L. de Victoria
Soli della Cappella Musicale Filippina, diretta da Edoardo Valle
a cura di Giuseppe Amadeo

locandina

Una piccola raccolta di lettere, all’interno del grande Epistolario della Santa, risalente fin dagli inizi della grande avventura della Riforma del Carmelo, ci racconta una Teresa forse inconsueta, coinvolta nella quotidianità d’un affetto famigliare che manifesta singolarmente la sua ricchissima femminilità, sia nella sollecitudine rivolta con estrema semplicità alla vita materiale e spirituale del fratello, sia nelle risorse di inesauribile spirito pratico, nel quale anche la sua profondità spirituale emerge con la prorompente vivacità ed energia della sua personalità, perché “…tutto passa quaggiù: solo il bene ed il male che facciamo sarà eterno e non passerà mai”.
Accompagnano le letture alcuni mottetti di Tomas Luis de Victoria, contemporaneo della Santa.

Ascolta la traccia audio: